Chi sono i docenti? E chi credono di essere?

Ecco alcuni documenti per capire chi sono i docenti,

e chi credono di essere, e chi si crede che siano.

Presentato a Roma il RAPPORTO SULLA SCUOLA IN ITALIA della Fondazione Giovanni Agnelli

11 ricerche originali, più di 30 ricercatori italiani e stranieri: un progetto che mette a fuoco con analisi e proposte inedite i nodi critici dell’organizzazione della scuola e della condizione degli insegnanti nel nostro Paese

 Rapporto_sulla_Scuola_in_Italia_-_Roma__11.02.09.pdf

Rassegna Stampa: Sole24_Ore__-_11.02.09.pdf

Motivazione, incentivi e carriere degli insegnanti italiani

Un contributo originale di Giuseppe Bertola e Daniele Checchi su alcuni temi fra i più critici dell’organizzazione scolastica nel nostro Paese.

G._Bertola_-_D._Checchi__Organizzazione_delle_risorse_scolastiche_-_FGA_WP5.pdf

Un bravo insegnante può essere meglio utilizzato in un istituto professionale di periferia o in un liceo del centro? È possibile perseguire oggi nella scuola italiana obiettivi di qualità e di efficienza che siano compatibili con quelli d’equità? E quali nuovi e ragionevoli criteri è bene definire per l’allocazione degli insegnanti alle scuole, così da ottenere che facciano bene il loro lavoro nella scuola in cui sono più utili?

Peraltro, da soli, incentivi monetari e valutazioni quantitative non bastano, né ci si può affidare unicamente alle scelte economiche autonome di insegnanti e famiglie, perché il prodotto delle scuole e la qualità di chi ci lavora hanno molte dimensioni e sono difficili da valutare obiettivamente.

A partire da questi interrogativi e riflessioni, Giuseppe Bertola e Daniele Checchi sviluppano – in una prospettiva prevalentemente ma non esclusivamente economica – alcuni dei temi più critici dell’organizzazione del sistema scolastico italiano e dei nuovi meccanismi che dovrebbero orientare le funzioni e la carriera degli insegnanti. Il saggio, pubblicato on line nella versione integrale, è uno dei contributi che hanno orientato il Rapporto 2009 sulla scuola in Italia, che la Fondazione Agnelli renderà pubblico nelle prossime settimane.

Motivati, arrabbiati, disponibili al cambiamento.

Questa, in sintesi, la fotografia degli insegnanti italiani, che la Fondazione Agnelli ha colto in un momento cruciale della loro carriera: quello dell’assunzione in ruolo.

Fondazione_Agnelli_-_Ricerca_insegnanti_neoassunti_2007-_sintesi_primi_risultati.pdf

La ricerca, realizzata dalla Fondazione Giovanni Agnelli in collaborazione con le Direzioni scolastiche regionali di Piemonte, Emilia-Romagna e Puglie, si basa sulle risposte di quasi 10.000 insegnanti delle tre regioni, che a maggio-giugno 2008 hanno volontariamente compilato un approfondito questionario su un sito predisposto per l’occasione. Scopo dell’indagine è mettere a fuoco dei profili professionali dei neoassunti, la cui età media è piuttosto elevata (41 anni): l’assunzione a tempo indeterminato riguarda, infatti, insegnanti che hanno alle spalle dieci anni circa di precariato nella scuola.

Sono stati rilevati:

1) elementi oggettivi (percorsi di carriera nella scuola, titoli di studio conseguiti, esperienze lavorative precedenti);

2) elementi soggettivi (visione del proprio ruolo professionale, giudizi sulla scuola, progetti di sviluppo professionale, motivazioni della scelta della professione e il livello di soddisfazione rispetto ai diversi aspetti dell’insegnamento;

3) opinioni su alcune questioni di stretta attualità (ad es. il giudizio sulle indagini internazionali del tipo Ocse-Pisa, l’introduzione di un sistema di valutazione, la definizione di una carriera meno piatta di quella attuale e di incentivi per i meritevoli, l’assunzione diretta da parte delle scuole, ecc).

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...